Raffaele Ragazzini Raffaele Ragazzini
Psicologo Psicoterapeuta a Forlì
Appuntamenti
Menu
Lo studio
PsicologiOnline.net - Elenco Psicologi e Psicoterapeuti Online

La via dell'acqua che scorre

La via dell'acqua che scorre "Un giorno vidi che il mio amico aveva messo sull'orlo di un pozzo una ciotola, una tazza, una teiera, una scatola di latta quadrata, tutte colme d'acqua, e le osservava attentamente. "Che fai?" gli domandai. E lui, a sua volta, mi fece una domanda. "Qual è la forma dell'acqua?"
"Ma l'acqua non ha forma!" dissi ridendo: "Piglia la forma che le viene data".

Andrea Camilleri


L'acqua è la sostanza che rende possibile la vita sul nostro Pianeta. In essa è iniziata e si è evoluta prima di colonizzare la terraferma e ancora oggi vi rimane indissolubilmente legata. È l'elemento dal quale nasciamo, che compone le cellule vitali, nutre la terra ed è, tra le poche sostanze, capace di esistere in natura in tutti e tre gli stati fisici della materia: solido, liquido e gassoso. L'abbondanza d'acqua è forse il principale fattore che rende la Terra abitabile, al punto che, nella sua ricerca di altri luoghi da colonizzare nell'Universo, l'uomo aspira a mondi in cui ve ne sia almeno qualche presenza. Tutti gli organismi oggi conosciuti sono costituiti soprattutto d'acqua e vivono in un mondo in cui questa influenza notevolmente le caratteristiche ambientali circostanti. L'acqua, una molecola decisamente semplice e talmente comune che è facile non accorgersi di quanto questa sia semplicemente eccezionale.
Priva di forma predeterminata, l'acqua è un'importante immagine dell'antica saggezza orientale, specie per quanto riguarda la sua capacità di assumere i contorni di ciò che la contiene o su cui scorre. Nel suo scorrere ed adattarsi, l'acqua mostra infatti al saggio, un principio cardine del pensiero orientale, "nulla rimane stabile e tutto è soggetto a continuo cambiamento e trasformazione"; dal quale i monaci taoisti per primi, dedussero l'insegnamento fondamentale per il saggio comportamento nel confronto con la vita, gli eventi, le persone: vibrare sulla lunghezza d'onda di quegli elementi che in natura vincono senza combattere, perché in grado di cambiare sempre rimanendo se stessi, la "Via dell'acqua che scorre". Così come il flusso dell'acqua si adatta ad ogni piega del terreno per garantirsi il suo corso e raggiungere il mare, la sua meta, colui che aspira ad agire saggiamente andrà quindi incontro al successo imitando il comportamento della semplice ma vittoriosa acqua.

"Nulla al mondo è più molle e debole dell'acqua eppure nessuno la supera nell'attaccare ciò che è duro e forte. Niente può cambiarla. La debolezza vince la forza. La mollezza vince la durezza".

Lao Tzu


Saggio è quindi colui che, se costretto dagli eventi a lottare, terrà un comportamento simile a quello dell'acqua poiché la massima virtù è come l'acqua, che "fluisce nei posti bassi che gli altri disdegnano e così è vicina al Tao", e come l'acqua, anche il saggio si abbassa e si fa umile, poiché "l'umiltà è la radice della grandezza". Flessibile si adatta agli eventi ed alle circostanze, non si ostina a controllare l'incontrollabile perdendone così il controllo con le proprie mani, ma lo gestisce acutamente. Non ci si lasci infatti ingannare dall'apparenza poiché il saggio si fa molle e debole per vincere il forte e il duro, il saggio si abbassa per innalzarsi. Come il nulla del grembo materno, che a tempi maturi dà alla luce la vita, la sua "non-azione" è carica di potenzialità, è volta ad assicurarsi la vittoria.

Dott. Raffaele Ragazzini